sabato 30 agosto 2008

Notte di fine estate

Dalle mie parti c'è questa discoteca estiva...che non mi ha mai fatto impazzire, sia ben chiaro, ma che non disdegno nelle serate tra ragazze. Inevitabili ovviamente tutti quegli imbarazzanti abbordaggi dai tipi più inimmaginabili, che mi chiedo se vivono proprio lì o se ce li portano in appositi contenitori.
Stanotte è stato il mio piccolo inferno. Volevo solo starmene con le amiche. Ed invece ho avuto a che vedere con personaggi che non sto neanche a dire e che non so per quale assurdo motivazione karmica dovevano proprio capitare a me. Incontrare un vecchio compagno di corso che non vedi da una vita e che abita anni luce da qui fa piacere, ma essere trascinata per un braccio con forza perchè, complice l'alcol, ti confida tutto il suo interesse nei tuoi confronti e cerca quindi intimità, comincia ad essere una questione fastidiosa. Anche camminare per il vialetto e sentirsi una mano sul culo non è un granchè...figurarsi girarsi e non vedere nessuno nel raggio d'azione... Cristo, non mi succedeva da quando andavo in discoteca la domenica pomeriggio! Penso solo che avrei preferito passare una serata tranquilla con una persona speciale, senza bisogno di nulla, solo io e lui insieme, la cosa più grande al mondo...

2 commenti:

carpe diem ha detto...

le palpate di culo non sono mai ben accette se poi nel girarsi non c'è anima viva!

ban-ale ha detto...

dipende da chi ti palpa.